Login

Torresani Marco

#
Torresani Marco
Torresani Marco Torresani Marco Torresani Marco Torresani Marco

Carriera

 
       MARCO TORRESANI 
   
   
   
   
   
   
   
   

Allenatore:

La sua prima esperienza su una panchina è avvenuta durante la prima stagione a Fiorenzuola, quando subentrò come allenatore-giocatore all'esonerato Aldo Jacopetti, ottenendo la salvezza. Due anni dopo, durante la riabilitazione per l'infortunio subito a Fiorenzuola, la società esonerò l'allenatore Mauro Gibellini e gli affidò nuovamente la panchina: ottenne un quarto posto e, riconfermato la stagione successiva, la prima promozione in Serie C2 della formazione emiliana.

Non essendo stato riconfermato al timone della squadra, guidò per alcuni mesi il Teramo prima di ottenere una nuova promozione in Serie C2 con il Legnano: anche in questo caso non venne riconfermato. Nella stagione 1993-1994 si divise tra Vogherese e i dilettanti della Casalese, sfruttando la nuova normativa federale che consentiva agli allenatori di cambiare squadra durante la stagione. Dopo un biennio al Montichiari, nel 1998 passò sulla panchina del Pavia: vi rimase per nove stagioni consecutive, portando la squadra dall'Eccellenza alla Serie C1, fino all'esonero avvenuto nel dicembre del 2006.

In seguito ha guidato per un'annata la Pro Vercelli e per tre i Crociati Noceto, con cui nel 2009 conquistò la promozione in Lega Pro Seconda Divisione. Nel 2011, in seguito alla decisione della società di non iscriversi al campionato, rimase inizialmente disoccupato; nell'ottobre successivo venne ingaggiato dal Carpenedolo, formazione bresciana di Serie D, subentrando ad Angelo Colombo. A fine stagione la formazione bresciana si salvò ai playout contro il Darfo e cedette il titolo sportivo al neonato Atletico Montichiari, sulla cui panchina si sedette ancora Torresani.

Nell'ottobre del 2014 è diventato l'allenatore della Castellana di Castel Goffredo, militante in Serie D.A fine stagione, tuttavia, non è riuscito ad evitare la retrocessione del club in Eccellenza.

 
 
     
     
     
     
     
     

comments powered by Disqus